Benvenuti!

“L’uomo è l’immagine fedele dell’universo macrocosmico: noi non troveremo niente fuori dall’uomo, che per analogia non sia già nell’uomo, e viceversa. Per questo sul tempio di Delfi era scritto: Conosci te stesso, per conoscere Dio.”

nelboscodelladea_benvenuti

“Come la cellula in quanto individuo è parte dell’individuo maggiore costituito dall’organo, e l’organo a sua volta è parte dell’individuo uomo, così anche l’uomo è parte di un’unità maggiore. L’uomo è soltanto una cellula di un organismo che chiamiamo pianeta Terra. Come tutti i pianeti, anche la Terra ha un’intelligenza individuale e possiede non solo un corpo, ma anche una coscienza. Se questo non avvenisse, non avremmo un corpo planetario intatto, bensì un cadavere di pianeta. Come un corpo umano morto va in decomposizione, così va in decomposizione anche il corpo di un pianeta morto, come per esempio avviene nella cintura di asteroidi.”

nelboscodelladea_benvenuti

“Dobbiamo in altre parole abituarci a considerare non soltanto le forme corporali di manifestazione. Ogni corpo, sia esso sasso, pianta o animale, possiede anima e spirito, altrimenti avremmo avanti a noi un cadavere, che ben presto abbandona la sua forma originaria. Anche un pianeta è soltanto un organo di un essere vivente più grande, il sistema solare, e così via. Se l’uomo considera un po’ questo ordine, si rende ben presto con to che egli stesso, in quanto cellula, deve adempiere soltanto a un compito, cioè compiere il servizio che gli è stato affidato nell’universo. Deve fare il possibile per essere una cellula il più possibile utile, allo stesso modo che lui si aspetta che lo siano le cellule del suo corpo; altrimenti lui stesso diventerà una cellula tumorale di questo mondo. Se egli abbandona volontariamente l’ordine per assaporare la sua malintesa libertà, non dovrebbe meravigliarsi di venire eliminato. Perché:

Come in alto, così in basso.

(brani tratti da: T.Dethlefsen, Il destino come scelta, pp. 29 e 31)

nelboscodelladea_benvenuti

Annunci